Archive for the ‘ Movies ’ Category

Almost Famous

Mi piace perdermi dentro ad una canzone… Sia notte fonda mentre torno a casa, che la mattina dopo, con un magnifico sole, mentre da classico tamarro nostalgico (finestrini abbassati e volume a manetta) la faccio ascoltare a tutto il lungomare…

“We’re just two lost souls swimming in a fish bowl,
year after year,
Running over the same old ground.
What have we found?
The same old fears.
Wish you were here.”

Pink Floyd

…e comunque và quasi sempre a finire che mi ritrovo a pensare se esiste una persona che da il mio stesso significato a queste parole, che prova le stesse vibrazioni al suono della chitarra…
Che apprezza un film come quello che ho visto stasera: almost famous.. Semplicemente magnifico.

World Trade Center

wtc121106.jpgL’altra sera siamo andati a vedere World Trade Center. Non voglio sentire commenti per quanto riguarda la scelta del film visto che io volevo andare a vedere questo. Comunque, alla fine del film c’è stato un “dibattito” con gli amici. Su 4 persone io ero l’unico a dire che non mi era piaciuto per nulla. Delle risposte che ho avuto, l’unica che un po’ mi ha convinto è che “è bene fare un film del genere, per non dimenticare”. E su questo, ripeto, posso anche essere d’accordo. Per il resto, passare due ore sotto le macerie insieme ai due coraggiosi poliziotti-eroi newyorkesi è un’esperienza che avrei evitato volentieri. Nota di merito ai simpatici tecnici del suono: gli effetti audio sono meravigliosi. Quando vengono giù le torri (se l’impianto del cinema è buono), sembra che venga giù la sala. Ottimo lavoro.

Pirati dei Caraibi 2

Pirati dei CaraibiIeri sera sono andato a vedere “Pirati dei Caraibi 2” ed ecco a voi le mie impressioni: partiamo dalle ambientazioni… semplicemente stupende. Per non parlare della fotografia: ottima. Vogliamo dire qualcosa anche in merito agli effetti speciali? ..sbalorditivi! …E gli attori? …bravi! Johnny su tutti, come nel precedente… Ora però, c’è un problema: se vado al cinema, a vedere un film, e sottolineo “un film”, mi aspetto che questo abbia un inizio e una fine. Se voglio vedere una telenovela, accendo la tv, metto rete4 e festa finita. Soprattutto non spendo 7 euro per 2 ore e passa di film che non finisce, e che anzi, negli ultimi 10 minuti apre nuove molteplici situazioni interrogative. Quindi, cari amici della Disney, voi volevate fare i furbi e costringermi in questo modo a venire a vedere il terzo capitolo (già in lavorazione) e il 4 e il 5 (sembra già previsti). Bene, avete fatto male i vostri calcoli: considerate 7 euro in meno per i prossimi guadagni. E spero di non essere l’unico a pensarla in questo modo.

Mission Impossible III

Mission Impossible 3Tempo fa qualcuno mi ha detto “pensare all’amore da senso alla vita”. Rigirate come volete questa frase e troverete sempre una grande verità. Certo è che se una sera decido di “investire” 7,20€ per andare al cinema a vedere Mission Impossible 3 non voglio sorbirmi Beautiful o qualche altra soap opera. Con questo non critico del tutto il film, nè voglio convincere qualcuno di voi a non andare a vederlo (alla fine mi è pure piaciuto), ma se volete farvi un’idea di quello che vi aspetta, andate da Blockbuster e noleggiate Mr. & Mrs. Smith (altri soldi “investiti” tempo fa). Tornando a MI3, è giusto ricordare che anche nei precedenti capitoli della saga, l’amore era presente…ma era “l’amore” alla James Bond: il figo protagonista faceva innamorare di sè la sexy “mi caccio nei guai” di turno e se la portava a letto. L’idea che Tom Cruise sognasse una famiglia con tanti bambini un cane e la cassetta della posta rossa non mi avrebbe sfiorato neanche nel più brutto dei miei incubi. E cmq che fine ha fatto Nyah? Più bella o più brutta che sia Julia è sbucata dal nulla. E ciccio Ethan Hunt che nel precedente episodio passava le “vacanze” scalando delle rocce che manco Manolo… adesso che fa? Sta in ufficio ad insegnare i trucchi del mestiere a degli allievucci sfigati??? (bionda esclusa) …è come se ci volessero far credere che Axel Foley dirige il traffico su Rodeo drive. …e poi… Morpheus che ci sta a fare? La sede dell’IMS sembra il set di Camera Cafè ci mancano Luca e Paolo davanti alla macchinetta… ok…ok…vado a letto, ma spero di avervi preparato abbastanza…

1 Maggio

E mentre la maggiorparte di voi sarà in giro per il ponte del primo Maggio, io sono qui, alle 2.50 del mattino che sto cercando di finire un progetto che negli ultimi giorni mi ha tenuto quasi tutto il tempo al pc. Come promesso cmq ho uploadato la versione 2.0 di F.D.M.Crew. Per il resto, dopo la serata di giovedì descritta nel precedente post, venerdì sera sono stato all’inaugurazione della stagione estiva del Central Park: avevo ancora la pesantezza della sera prima quindi diciamo che è stata una serata decisamente tranquilla. Ieri sono rimasto tutta la sera (sabato…sigh!) al pc… Maledetti moduli fatti col c*lo! Vabbè, cmq anche oggi, MotoGP a parte, il monitor e la tastiera hanno caratterizzato il pomeriggio, fino a che non sono andato a cena fuori nel nuovo circolino a S.Piero dove a prezzo fisso ti portano pizza a volontà! (sul tavolo c’è un semaforino e fino a che non lo metti sul “rosso” continuano a portare tranci di pizza…stupendo!) E finalmente, dopo una settimana che rompevo l’anima, siamo andati a vedere l’era glaciale 2. Che dire? Stupendo…sicuramente al pari del primo, ma ci sono molte più scene con lo scoiattolo che fanno morire dal ridere. Era da diverso tempo che non mi capitava di vedere un film dove a fine spettacolo parte spontaneo l’applauso del pubblico.

American Trip

American TripIeri sera, sapendo che non sarei tornato a casa troppo tardi, mi sono fermato da Blockbuster a prendere un film. Scorro un po’ di titoli con l’idea di voler vedere una cavolata sul genere di Scary Movie e simili… Il mio occhio si ferma su American Trip. (accidenti a me!) La storia è semplice: Harold e Kumar sono due ragazzi sui 25 anni. Il primo di origine asiatica lavora in un ufficio ed è sfruttato dai colleghi, mentre l’altro, indiano, figlio di un importante medico, si barcamena per evitare di entrare alla scuola di medicina. Una sera, dopo aver fumato maria come dei pazzi, presi dalla fame chimica, escono in cerca di un fast food “white castle” e dei suoi meravigliosi panini. Il loro viaggio sarà pieno di incontri assurdi e situazioni paradossali. Vorrei anche raccontarvi come va a finire, ma non voglio sentirmi l’unico pirla che ha speso dei soldi per vedere sto schifo.

Vita da strega

Vita da stregaIeri sono andato a vedere Vita da strega. Mi piace abbastanza il genere “commedia leggera” e poi è ancora forte il ricordo del telefilm. Nicole Kidman è eccezionale. Spiritosa e come sempre molto bella non fa rimpiangere la vecchia Samantha. Quello che personalmente mi sta sulle scatole è Will Ferrell (Darrin nel film). Non che non reciti bene la sua parte, ma la sua faccia mi è decisamente antipatica, una di quelle persone che se incontro per strada evito volentieri di salutare. Per concludere, il film non è niente di particolare, ci sono diverse gag che fanno sorridere, ma la sceneggiatura è abbastanza banale.