Elisa @florence

Era il mio 9° concerto di Elisa.. Ero uno di quelli che il 14.04.1998 era al Tenax
Quanti in tutto? 20!?
Però c’eravamo.. E c’era lei.. La sua voce.. e pochi strumenti…
Labyrinth era da poco nelle classifiche e io archiviavo i dischi per una piccola emittente. Il che mi permetteva di ascoltare tanta musica… e forse.. di capire chi valeva la pena ascoltare…
Me li ricordo bene gli occhi di chi, per caso, portai con me… Estasiati…
Adesso ci sono tante luci… tante immagini… E anche se la voce è sempre la stessa, quello che “sulla carta” dovrebbe arricchirla, la sminuisce…
Prendete una ferrari… La più bella che vi viene in mente…
Metteteci i led di fast&furious…
…che dite?… servono a qualcosa?
Si può rendere migliore ciò che è già perfetto?!

E’ un mio parere.. e, forse, storceranno il naso i fan più accaniti.. Ma 1 canzone (Yashal) ha fatto “pianoforte+voce” (tralascio il coro)… Quella bastava…
…a rendere magica ogni cosa… A far perdere coscienza di ogni banale sensazione quotidiana…

(spero) a presto!

Test…

Ultimamente ho avuto poco tempo per scrivere.. Giusto per non lasciare il blog troppo scoperto vi posto il risultato di un test che ho trovato sul blog di Fini

Se fossi un linguaggio di programmazione…sarei…

You are Perl. People have a hard time understanding you, but you are always able to help them with almost all of their problems.
Which Programming Language are You?

Ciao ipermao

Non sai quanto mi mancheranno le tue avventure. Fai buon volo!

New year’s day

rain_020107.jpg

Happy 2007!

2006

Il più grande problema di venire al mare in inverno, è rappresentato dal riscaldamento. La casa che i miei parents hanno in affitto ha infatti un impianto con grossi problemi esistenziali. Innanzitutto non è diviso: in pratica, le tre casette che compongono la trifamiliare fan tutte riferimento alla stessa caldaia. Aggiungiamo il fatto che sono stati montati 3 termostati distinti e non si capisce mai quale sia quello che comanda sugli altri in caso di accensione contemporanea. Per finire, alcuni elementi, “random” decidono di non funzionare per un po’… per poi, tranquillamente (e sempre random) ricominciare ad andare… Morale della favola, mi ritrovo da tre giorni con una temperatura di 15 gradi circa… E io….odio il freddo!!!
Cmq stamani ho fatto chiamare l’idraulico e speriamo che sistemi le cose..
In compenso, ieri l’altro, ovvero quando sono arrivato (e tra l’altro la serata più fredda), ho scoperto che la chitarra suona molto meglio a tale temperatura… Ipotizzo che questa cosa possa essere collegata all’umidità , ma non ne sono certo…
Vabbè…alla fine per scaldarmi un po’ ho inziato a suonare e mi è venuta fuori una canzone che ascoltavo diverso tempo fa… “Caravan Holiday” degli Stereophonics…

“Seven day holiday in the rain with you…

… season’s change in a day just like each other,
but we wait for Summer…”

(se non la conoscete, cercate la versione live in acustico…)

…mentre suonavo e provavo a canticchiarla a memoria ho immaginato una giornata di giugno… quella giornata di giugno… e alla fine ho concluso solo che la realtà è quasi sempre sbagliata.

Se non ci risentiamo.. Buon anno!

Diventerò un Hacker!

Huaz_huaz… Questo testo che gira da anni in rete è capitato ad intervalli regolari nella mia casella email… Circa ogni 15-20 giorni c’è qualcuno che me lo rimanda.
Il bello è che tutte le volte mi metto a rileggerlo e tutte le volte mi vengono le lacrime agli occhi dalle risate.
Se ancora qualcuno non lo avesse letto, ve lo linko!

U2_Live_in_Milan

u2_251206.JPG

Bene, archiviato il Natale, mi sovviene una domanda che credo assillerà familiari parenti ed amici per molto molto molto tempo: “quanto ci metterò a trovare la forza di togliere il DVD del live di Milano degli U2 dal lettore!?”
PS
Un grazie ai parents che me lo hanno gentilmente omaggiato!

Auguri

trico_251206.jpg

Merry Christmas!

Guitar

guitar_181206.jpg
Un fan “storico” di questo blog ha chiesto notizie in merito alla storia della chitarra (era rimasto ai tempi in cui uccidevo solo pianoforti)… Ti rispondo così! e….auguri!

I like it

chiesa_181206.jpg

Poco fa mi stavo chiedendo se sia veramente possibile descrivere certe sensazioni: ne ho già parlato negli ultimi mesi, ma svegliarsi un po’ (tanto) prima la mattina, passare almeno un paio d’ore al giorno in macchina, lavorare fino a tardi… Tutto si annulla quando torno qua e tipo stasera la prima cosa che vedo è questo spettacolo… Sotto Natale tutta Forte è strapiena di luci… Forse anche troppe.. Ma mi piace… Come mi piace rilassarmi prima di mettere qualcosa sul fuoco suonando un po’ (per quello che mi riesce) la chitarra… O fare un giro sui miei strip-blog preferiti mentre in sottofondo l’unica cosa che si sente è il rumore del mare…